mercoledì 8 agosto 2007

1

Bauernmalerei

Nel fine settimana ho rispolverato un progetto di pittura bavarese o Bauernmalerei.
Mi piacce molto questo tipo di pittura perché mette alla prova l’abilità nell’uso del pennello; tutti i soggetti infatti non sono costruiti come al solito con un base coating e poi con la tecnica del floating ma ogni ‘oggetto’ nasce dall’accostamento strutturato di pennellate a ‘virgola’ e a ‘S’ e viene poi abbellito con sbuffi, righine e puntini creati col liner. Il bello è che servono pochi pennelli, soprattutto tondi, gli acrilici e l’invecchiate e un po’ di esercizio ovviamente!


Questo è un tagliere che ho decorato e appeso in cucina: lo sfondo verdino è perfettamente intonato ai cassetti!



Per chi ha voglia di leggere ancora un po’ ecco un minimo di storia della pittura Bauernmalerei.
La parola Bauernmalerei significa letteralmente ’pittura contadina’ e ha origine nella zono tedesce dell’europa (germania, Austria e Svizzera) oltre 300 anni fa proprio in ambiente contadino: era un sistema semplice e relativamente economico di decorare mobili grezzi altrimenti un po’ insignificanti. All’origine si trattava si scolpire i soggetti sul legno e solo in seguito si è passati a dipingerli con pigmenti e pennelli.

I soggetti di elezione cono fiori, frutti e piccoli animali anche se talvolta vengono disegnate con questo stile anche persone e paesaggi. La peculiarità di questa tecnica è la schematizzazione delle procedure per ottenere i soggetti desiderati e leggendo bene i documenti della seconda metà dell’ottocento sono stati schematizzati anche i colori per la realizzazione dei vari fiori. Sebbene di primo acchito sembri molto noioso, il bello di lavora in questo modo è la libertà di poter creare la propria composizione personale e unica (ogni volta perché le pennellate non sono mai uguali) dopo avere appreso le regole formati di base.


Ecco alcuni link di siti interessanti sull’argomento:
Sito con galleria di lavori
Bauernmalerei - Galleria

Qualche modello
Modelli Bauernmalerei

Scottie – come al solito gli americani arrivano e colonizzano, ma i libri sono i più belli e didattici che ho trovato (e fortunatamente in lingua inglese!)
>Bavarian folk art


puoi anche leggere


1 commenti:

monica 9:49 PM  

che mano!! bravissima! io non vado pazza per questo stile ma devo riconoscere l'abilità della mano perchè credo sia più difficile del country americano. brava cri!